Le Origini del Pane

 

Fino ad ora la ricetta più antica mai trovata per fare il pane, era stata rinvenuta in Turchia e risale a 9000 anni fa.

La sua traduzione è la seguente:

  • Prepara la farina da grano e orzo (coltivati e integrali)
  • Aggiungi legumi come ceci e lenticchie
  • Mescola con l’acqua
  • Cuoci in un forno

 

Ma di recente un team dell’università di Copenaghen ha rinvenuto, nel Deserto Nero nella Giordania, tracce ancora più antiche della produzione di questo cibo: due edifici ciascuno con un forno di pietra circolare, contenenti resti di pane.

Le popolazioni di quell’area erano di cacciatori-raccoglitori: intrappolavano piccoli animali come lepri e volatili, e raccoglievano noci, frutta e cereali selvatici.

Data la lunga preparazione del pane, il suo consumo era sporadico e avveniva in occasione di giorni speciali.

La ricetta del pane giordano, risalente a 14000 anni fa, è questa:

  • Prepara la farina da grano e orzo (selvatici e integrali)
  • Schiaccia le radici di carice (o typha) ed essica la polpa
  • Mescola insieme con acqua e fai un impasto
  • Cuoci sulle pietre calde attorno al fuoco

 

Le radici delle piante acquatiche avrebbero conferito al pane un sapore simile alla nocciola e probabilmente, una consistenza più morbida da lavorare. Questi pani preistorici somigliavano agli attuali pita o roti, e molto probabilmente venivano usati per avvolgere la carne.

 

Fonte: https://www.bbc.co.uk/news/science-environment-44846874

Nikki Bella Says John Cena’s Intimate Onscreen Scenes Affected Their Sex Life

Nikki Bella is not cool with John Cena baring it all.

On Sunday’s episode of “Total Bellas“, Nikki opened up about her issues with John’s on-screen sex scenes during her bachelorette party in Paris, France. Guests at the soiree included Nikki’s twin sister Brie Bella, their mom, Kathy, and brother J.J., as well as a few close friends.

While the 34-year-old WWE star recently announced that she and John have put their nuptials on hold and are currently “just friends,” “Total Bellas” has been airing episodes leading up the wedding that apparently never happens.

During her bachelorette bash, Nikki admitted that John’s sex scene have an effect on her. “Imagine watching your man do a sex scene and have the whole world see his big butt,” she explained. “You know, you get visuals. I swear, I couldn’t masturbate forever because I just think of the sex scene.”

John is no stranger to stripping down for the camera. In 2015, he showed off his backside in a sex scene with Amy Schumer in “Trainwreck”, and earlier this year John once again showed his bottom during a beer butt chugging contest in the comedy “Blockers”.

While promoting “Trainwreck” a few years back, John confessed that filming the scene with Schumer was “awkward” and recalled Nikki’s reaction when he told her the news.

“Honestly, I didn’t think I’d get the part and I kept putting it off, not telling Nicole and not having the discussion of, ‘Hey, there may be some graphic scenes,’” the 41-year-old actor said on “Conan” at the time. “So, I got it. And I couldn’t say no. So I kind of walked in one day and was like, ‘Hey, I’m kind of just doing this,’ and that was the wrong approach.”

He continued: “I mean, she has such beautiful brown eyes and they glowed like red hellfire. And like she has such a great smile, but she turned into the “Alien” and “The Predator” all at once. [Instead of asking] It was more like a forgiveness thing and, note to all you guys out there, that’s a bad approach.”

 

This embed is invalid

 

The on-and-off-again couple has had their ups and downs since calling off their engagement in April. Last month, a source told ET that, despite rumors to the contrary, John and Nikki were not back together.

“One of the reasons that they can’t seem to work things out is because he’s getting ready to leave the country for four months,” the source said of John’s filming schedule. “They’re not the kind of couple where it’s ‘absence makes the heart grow fonder;’ they’re more ‘out of sight, out of mind,’ so this distance isn’t going to be good for them. They work best when they’re working together and can be together all the time.”

The source continued: “They love each other very much and can’t imagine themselves with anyone else. They want to be together and be happy, but their priority is very much on their careers right now, and they’re both on the same page with that.”

Nikki seemed to confirm this earlier this month, revealing in a vlog that she and John are “just friends” at the moment. “Hopefully one day we will get back together,” she said. “And if we don’t, we just want each other to be very, very happy.”

Here’s more on the couple:

More From ET:

Inside Nikki Bella’s Awkward Bachelorette Party Before Calling Off Wedding With John Cena

Here’s the Moment Nikki Bella Started to Get Cold Feet About Marrying John Cena

Nikki Bella Is Still Wedding Planning on ‘Total Bellas’ Despite Saying She’s ‘Just Friends’ With John Cena

Come Migliorare la Dieta (8)

Parte 8

 

Dopo aver tolto un bel po’ di ingredienti dannosi dal carrello della spesa e averli sostituiti con alternative sane, prestiamo attenzione al metodo di cottura.

Questo è un aspetto importante in quanto a seconda di come cuociamo i cibi, le loro caratteristiche nutrizionali cambiano considerevolmente. Come regola generale, i cibi cotti ad alte temperature o per molto tempo, sono dannosi. È il caso dei cibi grigliati, che vengono letteralmente bruciacchiati in più punti, sviluppando, specie nel caso della carne rossa, sostanze ossidanti e cancerogene.

L’altro metodo che usa alte temperature oltre a grassi aggiunti, è la frittura. Questa inoltre viene spesso effettuata con oli poco idonei la cui struttura si altera ad alte temperature, e rilascia quindi sostanze nocive. Migliore è il metodo di frittura orientale della tempura, che è molto rapido ed evita la degradazione dell’olio.

Cuocere i cibi oltre il loro tempo necessario significa spesso ridurne l’apporto nutritivo o in certi casi favorire lo sviluppo di sostanze nocive (ad esempio, le uova).

Fa eccezione il cibo che per sua natura richiede tempi lunghi come ad esempio nel caso in cui si prepari un brodo di ossa.

Il miglior modo di cuocere gli alimenti di origine animale è generalmente al vapore/in umido: questo metodo impedisce lo sviluppo di sostanze nocive e rende l’alimento più digeribile.

Mentre per le verdure, il metodo di cottura migliore è generalmente al microonde. Infatti la maggior parte delle verdure mantiene quasi tutte le sostanze antiossidanti intatte grazie a questo sistema rapido di cottura, che sfrutta l’energia cinetica delle particelle d’acqua contenute negli alimenti.

 

 

Infiammazione, Cancro e Invecchiamento

Come sono correlati?

 

Il corpo umano è dotato di un discreto sistema di autoriparazione del DNA. Quando il DNA si moltiplica per produrre in continuazione nuove cellule che rimpiazzano le precedenti, ci sono delle possibilità di errore, che vengono chiamate mutazioni.

Queste mutazioni possono essere incrementate se ci si espone a: sostanze infiammatorie e ossidanti, radiazioni, agenti chimici nocivi, stile di vita poco sano (fumo, alcol…). Mentre la predisposizione genetica gioca un ruolo marginale.

D’altro canto, queste mutazioni possono essere riparate con maggiore facilità se si segue uno stile di vita sano che prevede l’assunzione regolare di sostanze riparatrici e antiossidanti (alimenti sani al posto di cibo-spazzatura), una leggera attività fisica e un ambiente il più possibile senza inquinanti.

Gli errori nella replicazione del DNA sono inevitabili: è questa la ragione per cui a 70 anni non siamo uguali a noi stessi vent’anni prima. Similmente a quando si fanno continue fotocopie di fotocopie di un documento, il corpo accumula piccole imperfezioni che sommate nel corso del tempo degradano il nostro aspetto e le nostre funzioni fisiologiche.

Ma se perseveriamo nel privare il corpo delle sostanze antiossidanti di cui necessita, accade che questo processo di mutazione accelera. Inoltre se permettiamo che un’infiammazione acuta diventi cronica, questa causerà ulteriori danni al DNA che si accumuleranno nel tempo, fino a che ci saranno più danni che processi in grado di ripararli. Ad esempio, chi consuma abitualmente alcool produce uno stato infiammatorio continuo al fegato che cronicizzando passa alla cirrosi e successivamente al tumore epatico. Una irradiazione solare eccessiva infiamma e danneggia il derma, e può sfociare successivamente in melanoma. Anche le persone con la Sindrome dell’Intestino Irritabile, la Colite Ulcerosa e la Malattia di Chron, hanno un aumentato rischio di cancro al colon. Sebbene sia ancora diffusa la vecchia concezione che queste siano malattie dovute alla genetica, evidenze sempre più numerose le rendono invece a tutti gli effetti malattie causate dallo stile di vita occidentale moderno, dove prosperano prodotti alimentari ossidanti e infiammatori, e uno stile di vita malsano.

nihms307487f2

Il cancro è una malattia prevenibile attraverso cambiamenti dello stile di vita. La principale origine di infiammazione e tumore viene dall’alimentazione sbagliata. Al secondo posto il fumo. Come terza causa l’obesità (sempre causata da alimentazione sbagliata), poi le infezioni, poi radiazioni e inquinanti, e infine la predisposizione genetica.

 

Un concetto errato molto diffuso sul cancro, è che si possano suddividere con assoluta precisione le persone malate di tumore da quelle sane. In realtà ci sono molte sfumature: queste ultime sono proprio date dal quantitativo variabile di mutazioni presenti in ognuno di noi. E’ chiaro che, quando la crescita di cellule mutate diventa incontrollabile e chiaramente visibile anche alla strumentazione diagnostica, si parla inequivocabilmente di tumore. Ma prima di questo stadio, ci sono varie sfumature subcliniche in cui possono essere presenti numerose mutazioni che potrebbero o meno svilupparsi a seconda che trovino un “terreno fertile”.

 

inflammation cancer.jpg

L’NF-κB è un complesso proteico funzionante come fattore di trascrizione. Si può trovare in tutti i tipi di cellule ed è interessato in tutte le reazioni delle cellule agli stimoli, quali stress, citochine, radicali liberi, irradiazione con ultravioletti e attacco proveniente dagli antigeni dei batteri o virus. L’NF-κB gioca un ruolo chiave nella regolazione della risposta immunitaria alle infezioni e sue disfunzioni sono state collegate al cancro (come il mieloma multiplo), ai processi infiammatori, alle patologie autoimmuni, agli shock settici, alle infezioni virali e alle malattie del sistema immunitario. L’infiammazione riveste un ruolo chiave nella proliferazione tumorale.

 

Una prevenzione sistematica può ridurre le probabilità che queste mutazioni diventino cancro a tutti gli effetti. Diverse sostanze vegetali antiossidanti possiedono addirittura la capacità di far retrocedere la diffusione di tali cellule mutate, e in alcuni casi, anche a stadi iniziali di tumore. Questi spiegabili casi clinici, purtroppo quasi sempre spacciati come miracoli per ignoranza, sono dovuti ad una tempestiva e fortuita combinazione di diagnosi molto precoce e somministrazione di sostanze ad elevato potere antiossidante, antinfiammatorio e anticarcinogenico come aloe, cannabis medicale, curcuma e diete a base soprattutto di verdure e frutta fresche.

Queste stesse sostanze vegetali anti-tumorali sono al contempo anti-infiammatorie e anti-invecchiamento: infatti lo stesso meccanismo che permette di riparare il DNA, previene la diffusione delle mutazioni che sono responsabili sia delle “cattive fotocopie” delle nostre cellule (invecchiamento), sia dei danni causati dall’infiammazione prevenendo così la replicazione delle cellule maligne (tumore).

Quindi un’alimentazione che tralascia tutti quei cibi ossidanti e infiammatori come zucchero, farine bianche, grassi saturi in eccesso, sale in eccesso, calorie in eccesso, alimenti trasformati e lavorati; e introduce fibre, cibi naturali, frutta, verdura e spezie; è un potente mezzo di prevenzione sia per l’invecchiamento che per numerose malattie, tumori inclusi.

 

Per approfondire:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5323483/

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28350105

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4058555/

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5811844/

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC526387/

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5808339/

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3312721/

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5074764/

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3799895/

https://www.thelancet.com/journals/lanonc/article/PIIS1470-2045(14)70263-3/abstract?code=lancet-site

https://www.futuremedicine.com/doi/pdf/10.2217/imt.11.32

http://scienceblog.cancerresearchuk.org/2013/02/01/feeling-the-heat-the-link-between-inflammation-and-cancer/