“La soluzione del cardinale Koch al problema dell’ecumenismo: studiare tutti il manuale di un satanista” di Fra Cristoforo

La soluzione del cardinale Koch al problema dell’ecumenismo: studiare tutti il manuale di un satanista” di Fra Cristoforo

Ieri il cardinale Koch, presidente del Pontificio consiglio per l’unità dei cristiani, nella cattedrale di Civitavecchia, in occasione dell’inaugurazione del nuovo anno pastorale, è arrivato ad affermare che “se misericordia e riconciliazione devono essere gli orientamenti principali sul cammino ecumenico futuro, dal punto di vista dottrinale il punto di partenza va ricercato nella Dieta di Augusta del 1530 e la successiva Confessio Augustana a dimostrazione che il rinnovamento permanente della Chiesa sulla base del Vangelo e il mantenimento dell’unità ecclesiale sono legati indissolubilmente” (https://agensir.it/quotidiano/2017/10/6/ecumenismo-card-koch-lunita-e-un-dono-dello-spirito-santo-non-esiste-un-percorso-del-popolo-e-uno-dei-teologi/) . Questa affermazione è gravissima! Avete mai sentito parlare della Confessio Augustana? E’ una sorta di codificazione dei principi del “Luteranesimo” del 1530, scritta da Filippo Melantone, (tra le altre cose era anche un grande studioso di esoterismo – quindi satanismo), amico intimo di Lutero (su google trovate molto materiale sull’amore di Melantone all’astrologia divinatoria).

Il cardinale dunque afferma che per trovare l’unità con i protestanti dobbiamo studiarci la “dottrina” del satanista Melantone racchiusa nella Confessio Augustana. Tale trattato è la raccolta più grossa delle eresie luterane, riguardanti la Messa, la confessione, la giustificazione, il matrimonio dei preti, il rifiuto della gerarchia ecclesiatica ecc… Fu confutata infatti dalla famosa “Confutatio Pontificia”, composta dai più grandi teologi del tempo su commissione di Carlo V, che passo passo ne svelava gli inganni e gli errori.

Ma mi chiedo: Koch sa chi era Melantone? Lo sa che era un satanista? E da un satanista cosa ci si può aspettare? Eppure il cardinale ha raccomandato il suo manuale, che come lui stesso ha affermato, è il punto di partenza dottrinale per un vero ecumenismo.

A me sembra piuttosto l’ultima stazione, di una chiesa che ha tradito Cristo, e che ha scelto di servire il demonio e le sue dottrine. Siamo alla frutta.

Fra Cristoforo

(https://anonimidellacroceblog.wordpress.com/)

I Commenti sono chiusi