Cos’è l’Infiammazione?

L’infiammazione è uno dei processi naturali del corpo. Ha uno scopo benefico in risposta a lesioni o infezioni. Se ti procuri un taglio o una contusione, il gonfiore intorno alla ferita è un buon esempio del tuo sistema immunitario che agisce per proteggerti e guarire.

Questo però è un esempio di infiammazione acuta. Può essere intenso, ma dura solo per un tempo limitato. Nell’area interessata, potresti notare una colorazione rossa, calore extra, dolore, gonfiore e persino una perdita di funzionalità. Avrai bisogno di pulire e prenderti cura della ferita per il tempo necessario. Tu e il tuo corpo in quel frangente state lavorando insieme per guarire e proteggerti.

Se il processo segue il suo corso, i tuoi globuli bianchi e gli altri componenti del sistema immunitario attaccano le impurità che invadono e i batteri che causano malattie. Bloccheranno questi contaminanti dalla diffusione nel tuo corpo. Il gonfiore si attenuerà naturalmente e di solito c’è poco da preoccuparsi.

Quand’è il momento di combattere l’infiammazione?
L’infiammazione cronica si verifica quando il sistema immunitario del corpo non si ferma e continua a combattere battaglie immaginarie per un tempo indefinito. Questi sono i problemi di infiammazione che bisogna ridurre, perché possono durare a lungo e causare molti problemi di salute.

Le malattie autoimmuni spesso causano infiammazione cronica. In quel caso il sistema immunitario del tuo corpo continua a combattere contro il tuo stesso corpo, anche se non c’è alcuna minaccia invasiva. Il diabete di tipo 1, l’artrite reumatoide, la psoriasi, il cancro e persino le allergie sono tutti esempi. L’obesità, la depressione cronica e la malattia di Alzheimer hanno anch’esse una connessione con l’infiammazione.

Se soffri di sintomi di infiammazione cronica, inclusi gonfiore, dolore, indolenzimento o altri problemi cronici correlati, potresti essere in grado di ridurre l’infiammazione “cattiva” cronica modificando la tua dieta.

Cosa non mangiare

La tua dieta attuale potrebbe causare problemi, mantenendo elevato o incrementando il livello di infiammazione. Prima di esaminare gli alimenti che combattono l’infiammazione, esaminiamo brevemente gli alimenti che sono controproducenti e che effettivamente causano l’infiammazione.

Pane bianco, dolci e snack
Cibo fritto, comprese patatine fritte
Zucchero raffinato e non, sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio, zuccheri in genere.
Carne rossa lavorata come hamburger, hot dog e salsiccia
Margarina

Cibi che combattono l’infiammazione

Quindi andiamo a quello che dovresti mangiare per ridurre l’infiammazione. Molte di queste raccomandazioni possono sembrare familiari perché già abbiamo sentito diverse volte che frutta e verdura “fanno bene”. Ma fanno molto di più, in quanto contrastano efficacemente l’infiammazione. Ciò che non si deve fare però, è ritenere che un po’ di verdura possa fare da antidoto al cibo spazzatura e che quindi si possano mangiare assieme anche i cibi infiammatori. Purtroppo non è così: per ridurre l’infiammazione è necessario fare tutto il possibile e ancora non basterebbe per eliminare lo stato infiammatorio cronico, che è un processo inarrestabile almeno fintantoché non impariamo di più sul sistema immunitario.

Verdure

Broccoli
Carote
Spinaci, cavoli e cavolfiori (verdure a foglia verde)
Peperoni rossi
Barbabietole

Frutta

Avocado
Pomodori
Mirtilli
Fragole
Ciliegie
Arance
Ananas
Mele

Proteine

Fagioli neri, fagioli rossi e fagioli borlotti
Salmone
Altri pesci grassi, come il tonno
Uova
Ostriche

Grassi

Mandorle
Olio extravergine di oliva
Noci e altra frutta a guscio
Semi di chia, di lino, di zucca
Olio di canapa

Altri carboidrati

Patate dolci
Avena
Topinambur

Altro

Tè verde, aloe, cannabis medicale, omega3
Zenzero, chiodi di garofano, cannella, curcuma
Yogurt bianco naturale senza zucchero

La lista continua. Molti piatti di altre culture, specie preindustriali, in tutto il mondo contengono spesso alimenti che aiutano a combattere l’infiammazione. Quando si guarda la lista di cosa non mangiare, è abbastanza facile capire perché queste malattie invece sono un problema nel mondo occidentale. Siamo circondati da scelte alimentari che causano infiammazione e malattia, in quanto l’industria alimentare ha spesso il solo scopo di creare un prodotto attraente a discapito della salute del consumatore.

I Commenti sono chiusi