Ikuhara e il mistero dei sogni

Questa volta parliamo di uno di quei progetti su Sailor Moon che avrebbero potuto vedere la luce e invece no. Di sicuro ci sono tanti altri progetti su Sailor Moon che non sono mai usciti o che ci sono arrivati sotto altre forme. Uno di questi è il film di Sailor Moon SuperS cioè “Sailor Moon e il mistero dei sogni”.
Le vedo le vostre facce! Mi state dicendo che un film di Sailor Moon SuperS c’è ed è “Il buco nero dei sogni”. Verissimo. Ma esiste anche un film che non è mai stato realizzato e io voglio assolutamente parlarvene, perché come sapete questo blog vuole occuparsi della serie come non ve ne ha mai parlato – quasi – nessuno. Quindi, cominciamo!

Kunihiko-Ikuhara-e-Sailor-Moon-1024x576

Era il 1995 e un giovane direttore dell’animazione di nome Kunihiko Ikuhara si era già fatto notare grazie alla terza mitica serie di Sailor Moon e al fantastico film della seconda serie. Ikuhara aveva investito tanto nel progetto: dalle interviste dell’epoca appare chiarissimo quanto questo ragazzo avesse messo di suo in Sailor Moon S e quanto tenesse alla serie. Non per nulla, i maggiori cambiamenti e sperimentalismi dell’anime li dobbiamo a lui: la differenza di carattere tra la Rei del manga e quella dell’anime, l’intensità del rapporto tra Uranus e Neptune, l’esoterismo profondo insito nella terza stagione, sono tutte farina del suo sacco. E come se non bastasse l’impegno sul lavoro, il nostro pensava a Sailor Moon anche nel tempo libero: abbiamo dimostrazioni fotografiche di quando lui e il suo compagno di merende Mamoru Nagano (autore di The five star stories) comparivano alle convention travestiti da Sailor Mars e da Sailor Venus. Ma torniamo  a noi… Nel 1995 Ikuhara propose un soggetto per il film relativo alla quarta stagione dell’anime. Nella serie regolare non comparivano le guerriere del sistema solare esterno e tutto era incentrato su Chibiusa, Pegasus e i sogni puri nei cuori delle persone. Ikuhara avrebbe voluto riportare in scena Uranus e Neptune e propose uno soggetto che però poteva risultare un tantino azzardato.
Una delle prima volte in cui si è parlato ufficialmente di questo film, dopo mille speculazioni dei fan, è stato durante il New York Anime Festival dell’ottobre 2000. Ecco cosa dice Ikuhara in merito:

Intervistatore: “Abbiamo sentito di un plot inutilizzato per il film di Sailor Moon SuperS che vedeva coinvolto un Pegasus nero.”

Ikuhara: “Si tratta di un soggetto a cui ho lavorato quando venni scelto come regista del film di Sailor Moon SuperS. Si trattava di una storia che aveva per protagoniste Uranus e Neptune. Era una storia totalmente indipendente dalla serie TV e voleva rinarrare la prima apparizione delle due Sailor. Nella storia, Sailor Neptune era sprofondata in un sonno millenario in un posto conosciuto come “Il confine del Mondo” e Sailor Uranus doveva rubare i Talismani alle guerriere Sailor perché ne aveva davvero bisogno per risvegliare Neptune. Uranus cavalcava un Pegasus nero e durante la storia Sailor Moon inseguiva Uranus cavalcando un Pegasus bianco fino al Confine del Mondo. La storia raggiungeva il suo climax con la scena di un rodeo che coinvolgeva Pegasus nero e Pegasus bianco.
Purtroppo, prima dell’inizio dei lavori, il produttore lasciò Sailor Moon. Sarebbe stato possibile per me realizzare questa storia ma dato che il produttore con cui avevo lavorato era andato via, andai via anche io. Però l’idea del “Confine del Mondo” mi era rimasta in mente e quindi spostai tutto da Sailor Moon a Utena.”

22e86891d970357ae54b2009c64dc03d

Delle parole di Ikuhara non mi fido mai ciecamente: è solito scherzare su qualunque cosa e non dire mai la verità. Inoltre, difficilmente vengono divulgate informazioni del genere in merito a Sailor Moon, ma questa volta scelgo di fidarmi perché il tono non mi sembra il solito sarcastico delle interviste che gli fanno. Inoltre, come detto all’inizio, credo che Ikuhara abbia avuto veramente a cuore la serie e si sia messo totalmente in gioco nell’inserire la sua visione in un anime che da commerciale è diventato ispiratore, facendo i salti mortali tra scettri a forma di cuore e sbrilluccichii atti ad attirare le ragazzine. Il tono fin troppo dark della terza serie e il voler a tutti i costi inserire un’apocalisse imminente, la dicono molto lunga sull’amore di Ikuhara per Sailor Moon. La stessa creazione di Utena è un atto d’amore verso le nostre guerriere preferite. Per questo scelgo di fidarmi delle sue parole e spero di poterglielo chiedere un giorno di persona.
Un indizio, che forse è anche l’essersi tolto un sassolino dalla scarpa, è contenuto sicuramente nella sigla di Utena, nella scena in cui Utena ed Anthy raggiungono su dei cavalli il castello capovolto nel cielo. Ma è solo una mia illazione.

L’opening di Utena

utena 1

Tornando al film in se, sarebbe stato veramente un gran colpo nella mitologia di Sailor Moon avere un film così surreale e fantasy e avrebbe innalzato ancora di più il mito. Le indiscrezioni iniziali dicevano che la particolarità del progetto abbia fatto sì che venisse rifiutato in toto e per questo Ikuhara avesse abbandonato la TOEI. Questo però è puro gossip, perché se è verso che ancora oggi non è facilissimo che Ikuhara parli di Sailor Moon, è anche vero che dalle sue parole lui abbia semplicemente seguito il produttore con cui lavorava, Iriya Azuma, per una fedeltà al team tutta giapponese, anche se Ikuhara di giapponese ha ben poco. Resta il fatto che per il regista Sailor Moon sembra ancora una ferita aperta e chissà se mai capiremo il perché. Senza dubbio, resta tra i migliori autori della serie e chissà se mai lo rivedremo in azione, magari su Sailor Moon Crystal. In fondo, è tornata la Tadano, che non voleva più saperne di lavorare con Toei, Iriya Azuma oggi è il direttore del reparto licensing mondiale per Toei, tutto è possibile a questo punto. Ed io un film con Uranus e Neptune protagoniste lo amerei totalmente.

Ora una chicca: l’immaginaria locandina che Marco Albiero ha realizzato per il film. Marco è l’artista che TOEI scelse nel 2009 per il rilancio internazionale. Suoi sono i disegni su tutto il merchandising occidentale, e in qualche caso orientale, di Sailor Moon.

tumblr_oql3cqMc501s99ekgo1_500

 

I Commenti sono chiusi