Olio di Cocco: Buono o Cattivo?

L’ultima polemica sull’olio di cocco è stata scatenata da una raccomandazione dell’American Heart Association del 2017 secondo cui l’olio di cocco dovrebbe essere generalmente evitato a causa del suo alto contenuto di grassi saturi. L’olio di cocco infatti contiene più grassi saturi rispetto al burro o alla carne rossa. Così l’AHA, nella sua continua ricerca di ridurre il rischio di malattie cardiache, ha ricordato a tutti che è bene ridurre l’assunzione di grassi saturi. Un modo per farlo è evitare l’olio di cocco.

Ma l’olio di cocco è davvero veleno?
Questo nuovo giro di polemiche e confusione che circonda l’olio di cocco deriva dai commenti della professoressa di Harvard Karin Michels che lo ha definito “veleno puro”. E non sostiene di limitarlo nella dieta a causa dei livelli di grassi saturi, ha affermato che è una delle cose peggiori che si possono mangiare.

Ci sono già state una serie di confutazioni a questi commenti estremi. Un cardiologo in Inghilterra, il dottor Aseem Malhotra, ha definito le sue affermazioni “del tutto false” e ha chiesto che lei le ritraesse, secondo quanto affermato da The Daily Mail. Il dottor Malhotra cita una ricerca che indica che l’olio di cocco aiuta a ridurre il colesterolo LDL (il tipo cattivo di colesterolo). La stessa ricerca mostra che mentre l’olio d’oliva aiuta ad aumentare il colesterolo HDL (il tipo buono), l’olio di cocco lo aumenterebbe di un livello anche più alto in percentuale.

Il ministero dell’agricoltura indiano si è unito alla voce del dott. Malhotra, affermando che l’olio di cocco sarebbe salutare dato che ci sono molti articoli accademici “che indicano i benefici dell’uso dell’olio di cocco”, secondo quanto riportato da Food Navigator – Asia.

Nel New York Times si legge: “I sostenitori dell’olio di cocco sottolineano che è ricco di sostanze fitochimiche che hanno proprietà antiossidanti salutari”.

Queste sono solo alcune delle confutazioni che sono state fatte immediatamente dopo la conferenza della dottoressa Michels.

Probabilmente hai sentito il detto “Tutto con moderazione” e sembra particolarmente adatto all’olio di cocco. C’è qualche ricerca che indica che questo olio ha dei benefici per la salute. È anche un olio che è stato usato in tutto il mondo da centinaia di anni.

D’altra parte, è un alimento ad alto contenuto di grassi saturi. È una buona idea mantenere bassa l’assunzione di grassi saturi per prevenire le malattie cardiovascolari.

Se ti piace il sapore dell’olio di cocco, sicuramente non è un veleno e non va evitato del tutto. È meglio ottenere la maggior parte dei grassi alimentari da scelte più salutari come l’olio di oliva e di noce spremuto a freddo, che sono grassi insaturi. L’olio di cocco invece andrebbe usato sporadicamente ed è preferibile che sia la versione estratta a freddo e biologica.

I Commenti sono chiusi