Proprietà del Tarassaco

Questo umile fiore giallo che si trasforma in un soffione per rilasciare i suoi semi nel vento, è molto diffuso nei prati e fa parte della famiglia delle Asteracee (come il cardo, il carciofo, il topinambur, l’arnica, la camomilla) e possiede molte virtù medicamentose.

Il tè o tisana al tarassaco o dente di leone, offre inoltre un’alternativa per coloro che vogliono smettere di bere bevande contenenti caffeina, come caffè e tè nero, o limitare il consumo giornaliero.

Effetti anti-infiammatori
Il tè al tarassaco può aiutare a ridurre l’infiammazione nel corpo.
La ricerca suggerisce che tutte le parti della pianta del dente di leone contengono molti composti anti-infiammatori e antiossidanti naturali.

I medici ritengono che l’infiammazione abbia un ruolo in molti tipi di malattie. Sebbene non vi sia alcun legame provato tra bere il tè al dente di leone e una riduzione delle malattie legate all’infiammazione, è possibile che i composti di questa pianta possano promuovere una migliore salute generale riducendo l’infiammazione.

Effetti che abbassano il colesterolo
Secondo uno studio del 2012 sulle recensioni nutrizionali, il dente di leone può ridurre l’iperlipidemia nei ratti. L’iperlipidemia è un livello anormalmente alto di lipidi, che includono il colesterolo, nel sangue.

I ricercatori hanno notato una diminuzione dei livelli di entrambi i trigliceridi e del colesterolo totale nei ratti che hanno mangiato estratti di fiori di tarassaco.

La teoria è che l’estratto di tarassaco ha un effetto inibitorio sulla lipasi pancreatica, un enzima che è la chiave per digerire il grasso. Limitare l’attività di questo enzima potrebbe alterare il modo in cui il corpo assorbe il grasso. Tuttavia, non vi è alcuna prova di ciò che si verifica negli esseri umani.

Ridurre il danno al fegato
Secondo il National Institutes of Health (NIH), le persone hanno usato il dente di leone nella medicina tradizionale per anni, ritenendo di poter trattare problemi di salute relativi al fegato, alla cistifellea e al dotto biliare.

Secondo lo studio sulle recensioni nutrizionali, la radice di tarassaco riduce l’entità del danno epatico nei ratti. Ancora una volta, non ci sono prove scientifiche che suggeriscano che questo potrebbe funzionare nell’uomo.

Effetti diuretici
Il tè di tarassaco è un diuretico naturale.
Il dente di leone ha anche una storia d’uso come diuretico naturale, secondo il NIH. Il suo effetto diuretico comporta che il tè favorisce sia la minzione che la riduzione della ritenzione idrica nel corpo.

Bere più di qualsiasi bevanda in genere incoraggerà il rilascio di liquidi perché i reni mantengono l’equilibrio idrico nel corpo.

È possibile che il dente di leone possa aiutare i reni a rilasciare più acqua per ridurre le sensazioni di gonfiore e disagio, ma questo non è chiaro.

Un articolo su Virology Journal che discute il ruolo degli estratti di tarassaco e dei tè nella medicina tradizionale cinese nota il suo uso come trattamento per le infezioni urinarie.

Combattere l’influenza
Lo stesso studio utilizza test in vitro per esaminare l’effetto degli estratti di tarassaco sul virus dell’influenza umana A.

Gli estratti hanno portato a una riduzione dei livelli di virus e non sono stati riscontrati effetti dannosi sulle cellule sane. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per determinare se gli estratti sarebbero efficaci negli esseri umani.

Il tè di tarassaco non può sostituire il vaccino antinfluenzale, ma può alleviare i sintomi o aiutare il recupero.

Rischi
È importante notare che alcune persone hanno reazioni allergiche alla radice di tarassaco e ai tè, o in generale alle Asteracee. L’NIH avverte che le persone hanno maggiori probabilità di essere allergiche al dente di leone se sono anche allergiche a piante simili, tra cui:

  • ambrosia
  • crisantemo
  • calendula
  • margherita

Chiunque reagisca a questi fiori dovrebbe bere con cautela il tarassaco o evitarlo del tutto.

I Commenti sono chiusi