whomade per Segno Artigiano

Sotto il nome di “Segno Artigiano” si cela uno dei progetti più innovativi varati dal Distretto Culturale nel 2012, importante sia per il turismo che per l’economia locale. Un bando ha chiamato a raccolta gli artigiani della Valle Camonica per costruire un percorso di innovazione orientata al design, per la creazione di prodotti capaci di esprimere la cultura del territorio e il suo saper fare, ma anche in grado di costruire un futuro per l’artigianato contemporaneo. Che aveva bisogno di essere svecchiato, di trovare nuova linfa, idee e spunti, per venire incontro ai gusti e all’estetica di un mercato in continua evoluzione. C’era bisogno di nuovi prodotti che fossero in grado di rappresentare il territorio e di diventare dei piacevoli gadget o idee regalo per turisti di passaggio (ma anche per gli autoctoni!), e allo stesso tempo aiutassero gli artigiani a reinserirsi sul mercato intraprendendo una nuova sfida.

Ecco allora che, sulla spinta dell’esperienza maturata con Gnaro di Bienno (di cui abbiamo parlato nel post precedente), il Distretto Culturale ha cercato l’aiuto e la competenza del team di whomade, che già stava raccogliendo successi in quella direzione. Grazie al bando emanato per individuare gli artigiani per questo progetto sono state selezionate quattro aziende: la tipografia-stamperia QCinque della famiglia Quetti di Artogne, la Falegnameria Agostini, la carpenteria Ducom e la Forneria Salvetti. La stampa, il legno, il ferro, i profotti da forno: quattro mondi diversissimi in grado però di raccontare il territorio attraverso la tradizione del lavoro e i suoi saperi immateriali. L’apporto di whomade nel lavoro di queste aziende è stato preziosissimo, perché ha portato alla creazione di vere e proprie linee e collezioni di prodotti dal design moderno, spiritoso e accattivante; veri e propri oggetti del desiderio belli da vedere, possedere e regalare che – senza tradire un’estetica piacevole e contemporanea – sono in grado di leggere i segni del territorio (da qui il nome “Segno Artigiano” per il progetto, inserito nel più esteso piano di comunicazione turistica “La Valle dei Segni”), le storie e il patrimonio unico della Valle Camonica. Quello che whomade ha inoltre fatto per queste aziende, per i prodotti, e per la promozione della Valle dei Segni è stato la costruzione di un marchio che fosse veicolato attraverso etichette di prodotto, la creazione di espositori ad hoc per la vendita di questi oggetti (espositori con una propria riconoscibilità che presto troveranno casa in diversi punti vendita della Valle Camonica), e la realizzazione di una brochure che fosse in grado di raccontare il progetto.

La brochure la potete sfogliare qui. Cosa ne pensate?

tutti_per_uno_120x120 tessili_120x120 p-to-t_120x120 legno_120x120 ferro_120x120 biscotto_120x120 bisco-fossile_120x120 a_caccia_di_chiavi_120x120

I Commenti sono chiusi